Biotecnologie e Nuove scienze della vita

Le piccole e medie imprese, per fare innovazione ed essere più competitive nei mercati di oggi e di domani, hanno bisogno di giovani capaci di tradurre i saperi scientifici in applicazioni pratiche e di orientarsi nello scenario delle nuove tecnologie per supportare le scelte per il futuro.

L’intento è supportare i giovani nello sviluppo di un forte senso pratico, di una solida base scientifica e di linguaggi specialistici; l’innovazione tecnologica, le sue applicazioni e l’acquisizione delle competenze necessarie per capirne le logiche, per sfruttarle e svilupparle, sono impegni sociali e compiti della Fondazione stessa.

Con l’espressione “Biotecnologie e Nuove scienze della vita” si intendono le tecnologie, i beni e i servizi industriali riferibili al sistema della salute. È ampiamente riconosciuto infatti che, dopo le tecnologie dell’informazione (ICT), le tecnologie biomediche e le biotecnologie costituiscano la prossima fase dell’economia basata sulla conoscenza. L’innovazione ha, in questo settore, un ruolo fondamentale per l’aumento dell’efficienza e il miglioramento dell’offerta complessiva di prestazioni per il paziente. Rappresenta, inoltre, un fattore critico di successo per lo sviluppo economico del Paese in quanto genera nuovi impulsi, sia per lo sviluppo della ricerca, sia per il trasferimento dell’innovazione verso il mercato delle imprese tradizionali e/o innovative.